Stazioni di viaggio

linate-AGF--258x258  linate-airport1

Aeroporto di Linate. Giovedì 8 aprile. Mattina presto. Volo in settimana, quindi lavorativo, con pochissimi vacanzieri pasquali di ritorno da varie destinazioni. Tra completi blu e contemporanei risciò (“taxi signore”, “taxi signora”, “taxi signori”) si torna nel continente abbandonando la Trinacria e i suoi mirabolanti contrasti.

Vacanziere: colui che è vacante.

Siamo stati vacanti lì in Sicilia o lo siamo qui?

Non sei vacante quando percepisci la disperazione del tuo simile, quando vedi lo stato di difficoltà e un disfacimento smaltato di rassegnazione.

Non sei vacante quando incontri persone che dialogano non solo con Leucò, ma, da secoli, con chiunque si presenti sulle loro coste.

Non sei vacante quando percepisci i racconti tracciati dai muri a secco su pianure e ormai tonde antichissime montagne.

Non sei vacante di fronte alle grotte cosparse di fiori selvatici e residui umani plastici, metallici e non determinati.

Non sei vacante quando assapori un vino rosso pensando che ci sia un Santo anche ad Avola.

Non sei vacante mentre un principe trasformato in guida mostra, ironizzando, i cinque secoli che gli gravano addosso.

Non sei vacante mentre ti asciughi al sole dopo un bagno nel ghiaccio limpido ascoltando un trattore che seppellisce rifiuti sotto la sabbia.

Sei vacante a Linate dove il lindore a secco aiutato da una dimensione alla “the day after” salta agli occhi e, insinuante, ti ri-anestetizza.

Pietro G.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...